Informazioni per le donne

In generale, le donne sperimentano gli stessi problemi degli uomini con la miastenia, ma possono avere ulteriori difficoltà al momento delle mestruazioni, della gravidanza e del cambiamento di vita (menopausa). In circa due terzi delle donne, i sintomi della miastenia possono peggiorare prima e durante le mestruazioni, indipendentemente da qualsiasi disagio / dolore.

La pillola contraccettiva, la spirale contraccettiva e gli impianti contraccettivi sono sicuri per le persone con miastenia.

Intorno alla menopausa, la miastenia può riacutizzarsi. La terapia ormonale sostitutiva (HRT) è perfettamente accettabile. Gli integratori di calcio possono essere importanti. L’assottigliamento delle ossa (osteoporosi) è più probabile d’ora in poi e ancora di più se la mobilità è limitata dalla miastenia o se il paziente sta assumendo steroidi. Tuttavia, può essere prevenuto da una serie di farmaci.

Miastenia e gravidanza

Sii certa che la maggior parte delle donne con miastenia ben controllata sono in grado di avere una gravidanza e un parto normali. L’ideale sarebbe di cercare di pianificare la gravidanza in anticipo ottimizzando il proprio controllo miastenico in anticipo. Se rimani inaspettatamente incinta, non fare cambiamenti improvvisi di farmaci senza discutere con il tuo team medico. L’ideale è che la vostra cura sia intrapresa da un team multidisciplinare durante la gravidanza, il parto e dopo la nascita.

Pre-gravidanza

La questione di una possibile gravidanza dovrebbe essere sollevata con tutte le adolescenti e le adulte con miastenia, anche se non ci sono piani per una gravidanza per molti anni a venire. Questo permette di considerare in anticipo le opzioni, specialmente le scelte dei farmaci. Per coloro che hanno piani precisi di rimanere presto incinta, ogni donna dovrebbe essere vista dal suo neurologo prima della gravidanza e ricevere consigli sulla gestione ottimale della sua miastenia.

Gravidanza

Le donne con miastenia dovrebbero essere gestite durante la gravidanza da colleghi di diverse specialità che lavorano insieme per creare un piano di cura.

Le donne con miastenia stabile in gravidanza possono essere rassicurate sul fatto che, con la gestione attuale, la maggior parte non sperimenterà un deterioramento della loro miastenia, ed è improbabile che la miastenia influenzi i tempi o il tipo di parto.

Alcune infezioni, in particolare le infezioni del tratto urinario, sono più comuni in gravidanza. Queste dovrebbero essere cercate e trattate prontamente con antibiotici appropriati per l’uso nella miastenia e in gravidanza. Le indicazioni relative ai farmaci da usare con cautela nelle donne con miastenia dovrebbero essere incorporate nelle note per la gravidanza.

Il Parto

Ci dovrebbe essere un coinvolgimento del team multidisciplinare nel travaglio con l’apporto di un ostetrico, un anestesista, un neonatologo e un neurologo. Dovrebbero essere disponibili strutture di terapia intensiva in loco, in particolare per le donne con una malattia più grave.

Nelle donne con miastenia ben controllata l’obiettivo dovrebbe essere il parto vaginale con inizio spontaneo del travaglio. Il parto cesareo dovrebbe essere eseguito solo per indicazioni ostetriche. Molti dei farmaci anestetici considerati controindicati possono essere usati in modo sicuro nella miastenia con un monitoraggio appropriato. Anche così, l’epidurale è preferibile all’anestesia generale quando possibile.

Gli operatori sanitari e le donne con miastenia devono essere consapevoli che la miastenia gravis neonatale transitoria (TNMG) è una complicazione riconosciuta della miastenia gravis materna, indipendentemente dalla gravità della malattia della madre. La TNMG causa un “bambino floscio” con debolezza muscolare e difficoltà di pianto, deglutizione e respirazione e questi bambini hanno bisogno di stretta osservazione nei primi giorni dopo la nascita. Pertanto il parto dovrebbe avvenire in un’unità con immediata competenza neonatale/pediatrica. Il parto in unità guidate da ostetriche o a domicilio non è appropriato.

LA MIASTENIA IN PILLOLE