La malattia

CONOSCIAMO INSIEME LA MIASTENIA

La miastenia grave (Myasthenia gravis) è una malattia caratterizzata da debolezza muscolare patologica.

Non è ereditaria ma può essere acquisita in qualsiasi momento della vita. Nel 15% dei casi è possibile che la madre miastenica, durante la gravidanza, trasmetta al neonato gli anticorpi della miastenia, ma questi vengono eliminati nei primi mesi di vita.

È una malattia autoimmune che riguarda il sistema immunitario e nervoso, oggi considerata più rara rispetto ad altre malattie neurologiche, comunque ben trattabile se riconosciuta in tempo e curata adeguatamente.

CAUSE

La patologia è causata da una reazione abnorme del sistema immunitario che, per motivi ancora sconosciuti, è diretta alle sinapsi neuromuscolari, producendo anticorpi rivolti contro le strutture proprie dell’organismo.

Queste rappresentano il punto di contatto tra terminazioni nervose e la fibra dei muscoli, regolando la contrazione mediante l’acetilcolina a sua volta liberata dalla cellula nervosa.

Al legarsi dell’acetilcolina con il suo recettore, avviene una scarica elettrica che comporta la contrazione del muscolo, ma la reazione autoimmune riduce in modo considerevole il numero dei recettori, di conseguenza il numero di fibre muscolari attivabili durante uno sforzo si impoverisce.

CHI COLPISCE

È una patologia che interessa al 50% i giovani sotto i 35 anni e il sesso femminile sembra essere più sensibile alla miastenia, con un rapporto 2/1 tra femmine e maschi. Raramente la malattia si presente al di sotto dei 10 anni (circa nel 10% dei casi).

Nonostante la non sempre immediata e corretta diagnosi, a livello mondiale si stimano 90 casi ogni milione di abitanti, anche se il dato potrebbe essere in difetto.

LA MIASTENIA IN PILLOLE